“ElettroPresepe”

Avete mai pensato di realizzare un “Presepe Elettronico”? In occasione delle festività natalizie ElettroEasy vi propone un idea!
Come si vede nell’immagine, vecchie lampadine, fusibili, connettori e stagno si trasformano nei personaggi, creando un paesaggio di assoluta “elettro-particolarità”! Arduino penserà a renderlo davvero tecnologico e movimentato. Avrà la funzione di pilotare un Led RGB, che fungerà da stella cometa, ed un display LCD.

ElettroPresepe

 

Leggi il resto di questo articolo »

Arduino – Termostato ambientale con isteresi e LCD schield

In questo articolo come si evince dal titolo voglio presentarvi un termostato realizzato con Arduino UNO, dove attraverso due pulsanti è possibile regolare la soglia di temperatura.

Il sensore utilizzato è il classico LM35, perchè è molto semplice da utilizzare e da collegare, in quanto si presenta un contenitore di tipo TO92 analogo a quello di un normale transistor, e necessita solo di un collegamento ad una porta analogica (ADC)  per la lettura del valore di tensione fornito dal sensore. Il sensore ha  3 terminali: uno per l’alimentazione, uno di massa e uno per l’uscita della tensione proporzionale alla temperatura rilevata che è pari a 10 mV/°C , ed è calibrato in gradi Cesius.

LM35

Leggi il resto di questo articolo »

Gestione di display a 7 segmenti in multiplexing con Arduino

Display a 7 segmenti 4 digit

Per alcuni interessanti progetti, si potrebbe fare uso di display a 7 segmenti per la visualizzazione di una cifra oppure di un dato binario.

Per pilotare un display però, occorrono tanti decoder quanti i display e tante resistenze quanti i punti luminosi da accendere.

Sembra quindi un lavoro immane progettare un dispositivo con 4 o più display utilizzando questi metodi tradizionali.
Quello che affronteremo in questo articolo è l’uso di più display a 7 segmenti (cifre), utilizzando Arduino e facendo uso della tecnica del Multiplexing.

Leggi il resto di questo articolo »

Pan & Tilt con Arduino e Joystick

È da tempo che ho realizzato questo prototipo con il relativo programma ma non ho mai avuto tempo per poter scrivere un articolo su di esso. Ora è giunto il momento!

Si tratta di un piccolo dispositivo capace di muoversi in 4 sensi. Sul Pan Tilt è possibile montarci una mini-telecamera, un laser o qualsiasi altro dispositivo e attraverso un Joystick si effettuano i movimenti, puntando la telecamera dove si desiderata.
Questa è la foto dei primi test che ho eseguito:

Pan Tilt

Leggi il resto di questo articolo »

Colleghiamo Arduino in LAN con l’ENC28J60

Diciamolo, una delle migliori caratteristiche di Arduino è la facilità di interfacciarlo con qualsiasi dispositivo. La sua notorietà lo porta ad avere una vasta community di sviluppo che lo rende davvero un dispositivo “plug-and-play”. Inoltre il mondo dell’elettronica hobbystica si sta spostando sempre più verso quello che viene definito “l’Internet delle cose”.
Quest’oggi vedremo come collegare Arduino alla nostra rete LAN utilizzando una scheda NIC Ethernet esterna.

La scheda in questione è molto diffusa in giro ed è acquistabile ad esempio su eBay per pochi euro. E’ composta da una porta Ethernet RJ-45 con led di stato ed è pilotato da un integrato della Microchip, l’ENC28J60. Questo controller ha integrato in hardware sia il layer MAC che il layer PHY, ma bisogna implementare lo stack TCP/IP via software ed è possibile comunicare con esso tramite SPI. La scheda è la seguente:

ENC28j60 Ethernet Interface Module1

Leggi il resto di questo articolo »

Controllo batteria per auto e moto

Qualche tempo fa ho realizzato per un mio amico un dispositivo per monitorare lo stato di carica della batteria della sua auto. Il suo funzionamento si basa sull’ operazionale uA741 che svolge la funzione di comparatore. Il  dispositivo è munito di due led ( ROSSO e VERDE), il led VERDE indica che la batteria è carica, mentre il led ROSSO indica che la batteria è scesa al di sotto dei 12V. In questo modo si riesce a capire in anticipo che la batteria è da sostituire oppure è da ricaricare.

Questo è lo schema:

Leggi il resto di questo articolo »

Arduino Tv B Gone

tv b-gone

La TV-B-Gone ® è un piccolo telecomando universale simile a qualsiasi altro telecomando per TV, ma è diverso da questi ultimi perchè, ha solo un pulsante di accensione che permette di accendere o spegnere qualsiasi TV di qualsiasi marca.In secondo luogo, il dispositivo è così piccolo che sta comodamente in tasca, in modo da avere a portata di mano ogni volta che ne avete bisogno, ovunque tu sia: aeroporti, bar, ristoranti, lavanderie, ecc.

Il TV-B-Gone che presento in questo articolo è realizzato con una scheda arduino. Ho realizzato una piccola shield costituita da pochi componenti:

– un pulsante da stampato;

– due transistor BC547 o simili;

– due diodi infrarossi;

– due resistenze da 1Kohm 1/4 Watt;

– due resistenze da 18 ohm 1/4 Watt;

– una resistenza da 10Kohm 1/4 Watt.

Leggi il resto di questo articolo »

Realizza i tuoi circuiti stampati professionalmente!

Durante le mie svariate ore di navigazione in Internet, sono inciampato in alcuni siti hobbystici come ElettroEasy. Ovviamente trattando materiale prettamente elettronico ho constatato che esistono (e menomale) diverse aziende che realizzano circuiti stampati (i cosidetti PCB) che operano anche online. Allora ho deciso di annotarli e condividerli con voi.

PCB-PROTO :

Azienda italiana con varie offerte di prodotti. Si parte dalla realizzazione di PCB per hobbysti, per prototipazione veloce, PCB standard e la versione per produzioni massicce. Sono disponibili le versioni a 1 layer, 2 layers e multilayer.
Inoltre si occupa anche di assemblaggio schede e vendita di schede “standard” come adattatori SMD -> Trought Hole.
E’ possibile effettuare una quota della propria realizzazione.
I file da inviare sono del tipo GERBER.
Per un minimo di 2 PCB, 2 layers 10×10, serigrafia e solder mask, versione HOBBYSTICA, il costo è di 46.84€ senza IVA e spedizioni.

Leggi il resto di questo articolo »

Controllo di velocità per ventole in PWM

 

Premessa:

Attraverso questo circuito è possibile controllare la velocità delle ventole o di qualsiasi altro dispositivo; per es. regolare la luminosità dei led o dipiccole lampadine da 12 V.

ventole in pwm

Descrizione del circuito:

Qui sotto è riportato lo schema generale del circuito; per comprendere al meglio il funzionamento del circuito ho deciso di dividere in parti lo schema. Infatti, esso è costituito da tre blocchi principali :

– Un generatore di onde triangolari con amplificatore operazionale;
– Un amplificatore invertente;
– Un comparatore che pilota un transistor di media potenza.

Schema :

Leggi il resto di questo articolo »

Costruire un Programmatore JDM

Questo programmatore è adatto a chi per la prima volta come me,  si avvicina nel mondo dei PICmicro.
Questo è un  programmatore di tipo seriale RS232, capace di programmare alcuni microcontrollori della Microchip (della serie 12F 16F) attraverso il pc. Ovviamente, dato che sulla scheda è predisposto solamente un socket da 18 pin, non tutti i microcontrollori compatibili sono programmabili montandoli direttamente in questa scheda. Io nei miei esperimenti ho utilizzato un PIC 16F628.
Lo schema elettrico è molto semplice, infatti esso è costituito da 8 componenti tra cui il socket da 18 pin. Partiamo con la descrizione: dal pin 3 della porta seriale (Tx) preleviamo la tensione per alimentare il PIC in fase di programmazione, quindi attraverso un diodo zener (5,6 Volt) stabilizzeremo la tensione a 5,6V, che arriverà sul pin 14 del PIC a circa 5 Volt, dovuta dalla caduta di tensione del diodo al silicio 1N4148. Tramite la resistenza R1 si limita la corrente che  scorre nel diodo zener, senza di essa il diodo si surriscalderebbe, danneggiandolo irreparabilmente.
Le resistenze R2, R3, R4 hanno la funzione di proteggere le porte del PIC che si desidera programmare evitando così di danneggiarlo.
Per trasferire il file .hex al PIC ho utilizzato il programma WinPic. Ora la domanda è…..

Cosa succede durante la fase di programmazione?

Durante il trasferimento del file .hex, il piedino 3 della RS232 è a livello alto , con una tensione di circa 12Volt, che ridotta mediante i componenti R1 e D2, viene utilizzata per alimentare il pic.
Quando WinPic effettua il reset, porta il pin 4  (MCLR) del PIC a livello basso ovvero 0V, il diodo D1 si comporta come un circuito aperto e l’alimentazione al pic è data dal condensatore  carico C1. I bit del file .hex sono trasmessi al pin 12 (RB6) del pic attraverso il terminale 7 della RS232  (terminale Request-To-Send). Per terminare il trasferimento del programma, Winpic porta a livello alto i terminali 4 (Data Terminal Ready)8 (Clear To Send) della RS232 e questi dati sono applicati  al pin 13 (RB7) del pic.

Porta seriale RS-232 – piedinatura:

Pied.1 Data Carrier Detect DCD
Pied.2 RD (Ricezione dati) DCE → DTE
Pied.3 TD (Trasmissione dati) DTE → DCE
Pied.4 DTR (Data Terminal Ready) DTE → DCE
Pied.5 SG (Signal Ground) Massa dati
Pied.6 DSR (Data Set Ready) DCE → DTE
Pied.7 RTS (Request To Send) DTE → DCE
Pied.8 CTS (Clear To Send) DCE → DTE
Pied.9 RI (Ring Indicator) DCE → DTE

 

Leggi il resto di questo articolo »